sabato 5 ottobre 2013

THE WORDS (2012) VOTO:7


Il film del giorno si intitola "The Words".
La pellicola vede come protagonisti tre grandi attori: Bradley Cooper, Jeremy Irons e Brian Klugman.
Incuriosita dalla trama e rassicurata dalla bravura degli  interpreti ho ritagliato un paio di ore della mia giornata per la visione del film.
Finalmente, dopo settimane di titoli sentiti e risentiti, sky ha deciso di proporre un film degno di essere visto e che mi ha lasciato positivamente colpita.
Si tratta di una storia drammatica, dai toni nostalgici e che fa riflettere su temi come la lealtà, l'ambizione, la solitudine ed il rimpianto.
Un celebre scrittore viene corteggiato da una dottoranda che vorrebbe scoprire cosa si nasconde dietro al suo romanzo.
La sua storia si basa sulla vita di Rory Jansen, un aspirante scrittore che dopo tanti  tentativi  nel far pubblicare i suoi racconti si imbatte nel libro della vita... peccato che questo non sia frutto della sua immaginazione ma sia stato trovato in una vecchia ventiquattrore comprata in un negozio di antiquariato.
Ma la voglia di essere l'autore di quelle magnifiche parole è troppo grande e cosi Rory decide di pubblicarlo a suo nome e raggiunge così il successo che da anni cercava.
Subentra cosi nel film il povero vecchio Jeremy Irons che si presenta all'imbroglione e svela la sua vera identità..era stato lui l'artefice di quel capolavoro.
La domanda quindi sorge spontanea.. riuscirà il giovane scrittore ad andare avanti senza rimorsi ? Continuerà a vivere nella menzogna?
Il finale lo lascio alla vostra interpretazione.


TRAILER QUI

CAST: Un film di Brian Klugman, Lee Sternthal. Con Bradley Cooper, Jeremy Irons, Dennis Quaid, Olivia Wilde, Zoe Saldana.








"Tutti facciamo delle scelte, il difficile è conviverci."

venerdì 21 giugno 2013

HUNGER GAMES (2012) VOTO: 7.5


Dopo tempo torno a scrivere e a commentare un genere di film di cui non parlo spesso, un film di  azione ed avventura.
Ho visto questo film per la prima volta durante il volo da Roma a Bali e, nonostante i monitor molto piccoli, i continui traballamenti e la stanchezza, ne sono rimasta colpita.
La storia è ambientata nella terra di Panem, dove un tempo sorgevano gli Stati Uniti.
Nei dodici distretti dello stato vengono scelti un ragazzo e una ragazza costretti a partecipare ad una specie di "reality show" molto violento, gli hunger games, dove i "tributi" si ritrovano  a dover combattere l'uno contro l'altro in una sfida all'ultimo sangue.
La protagonista della storia è la bella Jennifer Lawrence, che riesce ad interpretare splendidamente il ruolo di cacciatrice e combattente.
La visione risulta scorrevole ed il ritmo incalzante, specialmente nella prima parte del film.
Se c'è infatti un difetto, questo  riguarda la seconda parte del film, che viene trattata in maniera troppo superficiale e frettolosa, un po' arrangiata.
Probabilmente se avessero scavato più in profondità, sia per quanto riguarda gli allenamenti dei "tributi", sia le loro emozioni ed i loro pensieri, la storia ne avrebbe risentito positivamente.


CAST: Lenny Kravits, Jennifer Lawrence, Elizabeth banks, Woody Harrelson, Stanley Tucci.

TRAILER QUI







" La speranza è più forte della morte"




martedì 15 gennaio 2013

THE MASTER(2013) VOTO:5



Come spesso capita sono i film di cui si parla di più ad entusiasmare meno.
Così The Master, il nuovo lavoro di Paul Thomas Anderson, mi ha lasciato insoddisfatta ed annoiata.
La trama si concentra sulle vicende di Freddie Sutton, reduce della seconda guerra mondiale, affetto da disturbi nervosi e sessuali nonchè grande ubriacone.
La sua vita procede irrequieta e senza pace fino a che la sua strada non incrocia quella di Lancaster Dodd e della sua setta, La Causa.
Inizialmente colpito dal gruppo religioso il protagonista diventa uno dei membri portanti ed è pronto, in nome del legame nato con Dodd, ad usare anche la forza per permettere l'espansione del gruppo.
Ma è proprio quando questo comincia a farsi largo tra la gente che Freddie mette in discussione le parole del "maestro" e dei suoi seguaci.
Un grande cast, senza dubbio un formidabile Joaquin Phoenix, ma un film che non riesce a raggiungere l'intensità sperata e che non riesce a comunicare.
Il mix di elementi quali la filosofia, il conflitto tra le due figure maschili, le ipocrisie della setta, sarebbero stati dei  buoni ingredienti per un grande film ma che purtroppo non sono stati utilizzati al meglio.


CAST:con Amy Adams, Joaquin Phoenix, Philip Seymour Hoffman, Laura Dern






domenica 13 gennaio 2013

CENA TRA AMICI VOTO:7

Nuovamente la Francia ci sorprende con un film scoppiettante.Tratto da una piece teatrale, Le Prenom, e diretto dagli stessi autori dello spettacolo, questo film non tradisce le aspettative del pubblico che ancora una volta si ritrova immerso in un clima di risate e dialoghi frizzanti.Come la pellicola di Roman Polanski, Carnage, anche il film di Alexandre de la Patellière e Matthieu Delaporte è ambientato in un unico ambiente, la casa di Elizabeth e Pierre.Invitati alla cena della coppia sono  Vincent, fratello della donna, con sua moglie, in dolce attesa, ed infine un caro amico di Elizabeth.L'arrivo degli ospiti da cosi inizio ad una serie di battute spassose e ad una piacevole atmosfera.Ma quella che sembra una tranquilla cena familiare finirà per trasformarsi, a causa della scelta di un nome, in uno scontro spietato.I protagonisti infatti danno vita ad una guerra tra ideologie, visioni politiche e culturali, mostrandoci come esistano delle chiusure mentali  insormontabili, e come sia difficile, anche in famiglia, accettare un pensiero differente, non socialmente accettabile.


CAST: Patrick Bruel, Valérie Benguigui, Charles Berling, Guillaume De Tonquedec




"Io non sono omosessuale"
"Sei praticamente l'unico a non saperlo allora."

                           

domenica 26 febbraio 2012

E ORA DOVE ANDIAMO? (2011) VOTO:7

Un corteo di donne in nero avanza, hanno lo sguardo triste, si dirigono verso il cimitero.
Vanno incontro ai propri cari, i propri mariti defunti, morti in una guerra disastrosa.
E proprio questo gruppo di donne, alcune musulmane, altre cattoliche, si uniscono per  evitare scontri  religiosi tra i rispettivi  mariti e famigliari.
Superando ogni tipo di  pregiudizio le protagoniste  mettono in atto una serie di piani e stratagemmi per creare un clima sereno  e di pacifica convivenza, cercando di alleggerire la mente di tutti gli abitanti del villaggio.
Una visione davvero piacevole; finalmente un film originale dove dramma, ironia e musical si fondono perfettamente.
Un film che ti fa riflettere, rattristare, ridere e cantare.

CAST: Un film di Nadine Labaki con Claude Msawbaa, Layla Hakim, Nadine Labaki, Yvonne Maalouf


TRAILER QUI



"Le donne sono peccato. La voce è peccato. Ridere è peccato..."

martedì 24 gennaio 2012

SHAME(2012) VOTO:5

Per una volta invece che super modelle in bikini, seni e cosce di fuori, la nudità di un attore diviene la figura predominante.
Grande uomo di affari di  New York, Brandon ha dei seri problemi di dipendenza dal sesso; travolto da pulsioni alle quali non riesce a mettere un freno, si ritrova a praticare autoerotismo nei bagni del suo ufficio o a sfogarsi con donne sconosciute e prostitute.
Questa sua malattia è causa anche di problemi famigliari; il suo rapporto con la sorella è infatti molto precario.
Quest'ultima cerca di guarirlo dovendo affrontare nello stesso tempo molti  problemi  personali; é infatti una ragazza molto fragile, con istinti suicidi, che non riesce a gestire i propri rapporti sentimentali.
Il film dunque analizza una situazione poco  trattata  e le aspettative sono molte; ma l' analisi rimane molto superficiale e lo spettatore non riesce ad entrare nella profondità del tema. Sono insignificanti i dialoghi, inesistenti le riflessioni e la visione rimane distante e fredda.
Nonostante ciò merita grandi complimenti l'attore protagonista, che non esce mai di scena.

CAST: Michael Fassbender, Carey Mulligan, James Badge Dale, Nicole Beharie



martedì 17 gennaio 2012

SIDEWAYS(2004) VOTO:7,5

Mettetevi comodi sul divano, accendete la tv e perché no, gustatevi un bel bicchiere di vino, protagonista di questo film.
Miles e Jack sono amici da molti anni, dai tempi del college.
I due sono davvero diversi; jack è  estroverso e sicuro di se, d'altronde fa l'attore; Miles è invece l'esatto opposto: meno curato, serio e tendente alla depressione.
Il bell'attore sta per sposarsi così i due decidono  di partire per un viaggio tra i vigneti della California; una settimana all'insegna del bere e del mangiare, e forse per Jack l' occasione per " divertirsi" un ultima volta prima del fatidico si.
La settimana trascorsa insieme, tra litigi, incomprensioni, ubriacature e risate darà il modo a tutti  e due di riflettere sulla propria vita e sul proprio futuro.
La trama è molto semplice, ma è proprio  questa semplicità che rende il film affascinante:
attraverso dei personaggi qualunque e dei contesti qualunque, tra gag e battute, si inseriscono infatti  pensieri più profondi che non appesantiscono la visione.
Cosi miles, oltre al peso del suo divorzio deve anche sopportare il fatto di non aver ancora sfondato come scrittore, ma, nel corso della storia, grazie anche all' incontro con maya, cameriera nel suo ristorante preferito, forse cambierà la sua vita cercando di reagire.
Come detto prima però il  vero protagonista è il vino, che lega tutti i  personaggi e riflette le loro abitudini e visioni di vita.

"Il vino è un essere vivente. Amo immaginare l'anno in cui sono cresciute le uve di un vino. Se c'era un bel sole…se pioveva. E amo immaginare le persone che hanno curato e vendemmiato quelle uve. Se è un vino d'annata, penso a quante di loro sono morte. Mi piace che il vino continui ad evolversi. Mi piace pensare che se apro una bottiglia oggi, avrà un gusto diverso da quello che avrebbe se la aprissi un altro giorno. Perché una bottiglia di vino è un qualcosa che ha vita ed è…in costante evoluzione e acquista complessità finché raggiunge l'apice…come il tuo Cheval Blanc del '61. E poi comincia il suo...lento...inesorabile declino. E poi…cazzo quanto è buono!".

CAST:Paul Giamatti, Virginia Madsen, Sandra Oh, Marylouise Burke